Mostri sul pianerottolo

Il condominio dove abitiamo si sta pian piano svuotando. Non so se imputare questo fatto alla puzza delle mie ciabatte o al fatto che per svariati anni ho usato a scrocco la rete wireless di vicino ignoto, benché quest’ultima fosse protetta da password. Resta il fatto che su nove appartamenti, ne sono abitati solo cinque.
Forte di tutto ciò, mia madre, dotata di gran spirito di adattamento, ha preso l’abitudine di stendere i nostri sobri copridivano (perlopiù zebrati) ad asciugare sul pianerottolo.
Durante una di queste missioni, Eppol, la gattina malefica, è sgattaiolata fuori non vista, complice anche il fatto che erano le sei di mattina e mia madre non era al massimo dell’acutezza visiva.
Passano così due ore e mezzo in cui tutti dormiamo ignari e beati, finché madre non risorge dal torpore e si domanda dove sia la gatta, che puntualmente dovrebbe camminarle addosso in cerca di cibo.
Le ricerche sono febbrili, fino a che non mi alzo io. Scendo le scale, in pigiama e pantofole, scrutando gli angoli, arrivando al pianterreno, e lì la trovo. Acquattata, silenziosa e terrorizzata, aspettava il suo salvatore davanti alla porta del garage, al buio.
Più tardi siamo venuti a sapere che tutti i condomini l’avevano incontrata: chi le ha offerto del cibo, chi ha provato a bussare alla nostra porta confidando che il nostro sonno fosse leggero, chi sentendola graffiare alla porta l’ha scambiata per un essere misterioso e mortale, mentre l’altra gatta, la padrona di casa, pregustava la ritrovata solitudine.

Chiudo con un’immagine agghiacciante. Alla Coop, dove innocentemente stavo comprando pane e biscotti, l’ho visto, carico di promesse.
Il pandoro.

Annunci

10 risposte a “Mostri sul pianerottolo

  1. Le gatte sono un po’ così: non capiscono il concetto di “piano di sopra” e “piano di sotto”: se hai un giardino vagano allegre per il mondo e ritornano puntuali per la grattatina dietro le orecchie ed il cibo, se salgono o scendono scale sono fottute.

Dimmi quello che ti passa per la testa.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...