Milleottocentoventicinque giorni

Immaginate:
Una doccia calda e profumata, che ti avvolge con il suo aroma tropicale.
Un’enorme vasca con ogni tipo di idromassaggio, compresa una cascata che precipita sulle vertebre cervicali e ti rimette al mondo, il tutto con l’acqua che cambia colore.
Il bagno turco che ti lascia in bocca odore di eucalipto, e la sauna che ti purifica al profumo di pino.
Un borgo lontano da tutti e tutto, dove sorprendiamo un ristorante scavato nella roccia.
L’atmosfera mistica, lo straniamento e l’emozione nell’esplorare le grotte di Frasassi.
Il piacere di un’escursione, il fascino della scoperta di luoghi impervi e scoscesi che però si è trasformata nella paura dell’abisso.
Immaginate anche una serata perfetta, che vi fa scoppiare il cuore e piangere di gioia.
Avete tutto quanto bene in testa?
Adesso immaginate di condividere tutto questo con la persona che amate, e avrete forse un vago accenno di come mi sono sentito negli ultimi tre giorni.

25 maggio 2008

25 maggio 2008

Annunci

6 risposte a “Milleottocentoventicinque giorni

  1. Oh mio Dio, ho creato io questo mostro?!
    Comunque stavo per morireh anche ques’anno! 😥
    Mi piace la foto, si vede solo quello che in questi anni non è cambiato: gli occhi, e le occhiaie. 🙂

Dimmi quello che ti passa per la testa.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...